Posts Tagged ‘Eventi’

Nun te regghe più! —TUTTI A VOTARE !!!—

12 dicembre 2011

Ricevo e giro per vostra opportuna conoscenza:

——————————————————–

Vi invito a firmare con consapevolezza e senso del dovere, per il nostro bene , per i nostri figli, per il nostro Paese.
Grazie …

Per favore falla girare!!!!!!!!!!!!   Grazie!!!!!!!!!!!!
Oggetto: Uno spiraglio di cambiamento da realizzare  con urgenza

Ai sensi degli articoli 7 e 48 della legge 25 maggio 1970 n. 352 la  cancelleria della Corte Suprema di Cassazione ha annunciato, con  pubblicazione sulla GU n. 227 del 29-9-2011,  la promozione  della proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo:  «Adeguamento alla media europea degli  stipendi,emolumenti,indennità degli eletti negli organi di rappresentanza  nazionale e locale».

L’iniziativa, nata in modo trasversale ai partiti e promossa dal gruppo  facebook “Nun Te Regghe Più”, dal titolo della famosa canzone di  Rino Gaetano,  ha come obiettivo la promulgazione di una legge di iniziativa  popolare è formata da un solo articolo:

“i parlamentari italiani eletti  al senato della repubblica, alla camera dei deputati, il presidente del  consiglio, i ministri, i consiglieri e gli assessori regionali,   provinciali e comunali, i governatori  delle regioni, i presidenti delle province, i sindaci eletti dai cittadini, i  funzionari nominati nelle aziende a   partecipazione pubblica, ed  equiparati non debbono percepire, a titolo di emolumenti, stipendi,
  indennità, tenuto conto del costo della vita   e del potere reale di acquisto  nell’unione europea, pi&u grave; della media aritmetica europea degli eletti negli  altri paesi dell’unione per incarichi equivalenti”

La raccolta firme viene effettuata  tramite appositi moduli vidimati depositati negli uffici elettorali dei  comuni italiani, qui l’elenco aggiornato in tempo reale dei comuni nei quali  è già possibile andare a firmare:
http://nunteregghepiu.altervista.org/comuni.htm

L’iniziativa è completamente autofinanziata dai promotori e dagli aderenti  quindi la diffusione dei moduli potrà essere non omogenea, eventuali  segnalazioni  di Comuni sprovvisti di moduli potranno essere effettuate direttamente nel gruppo facebookhttp://www.facebook.com/groups/nunteregghepiu/ o   all’indirizzo   di posta elettronica legge.ntrp@gmail.com

50.000 firme sono il minimo richiesto  dalla legge per la presentazione della proposta, 80.000 sono il numero  necessario per sopperire ad eventuali errori e anomalie di raccolta ma il  vero obiettivo è quello di poter raccogliere le firme di tutti gli italiani  stanchi di mantenere i privilegi di una classe politica capace solo di badare  ai propri interessi personali. Una firma non costa molto, continuare a restare  indifferenti costa molto di più.  Andate a firmare nel vostro comune e  non fatelo da soli, trascinate a peso anche i tanti che sono andati in loop con le lamentele fini a sè stesse! E’ arrivato il momento per i cittadini di riprendere il controllo di questo paese!

Info rapide:

Il cosa:  http://nunteregghepiu.altervista.org/index.html
Il dove: http://nunteregghepiu.altervista.org/comuni.htm
I  file:     http://nunteregghepiu.altervista.org/documenti.htm
Il gruppo: http://www.facebook.com/groups/nunteregghepiù

Di più non serve…. se non la nostra partecipazione. Fate girare per favore!

[grazie a M.A. per la segnalazione]

Annunci

15 Ottobre 2011 – La prima manifestazione Globale della storia dell’umanità!

13 ottobre 2011

15 Ottobre 2011 … questa è la data che aspettavo da circa una ventina di anni.
La prima manifestazione Globale della storia dell’umanità! Non era mai successo, sarà la prima volta e sarà una data che verrà ricordata a lungo.

… ma non si poteva organizzare qualche giorno dopo, diciamo …  il 5 novembre! 😉

Speriamo invece che non ci siano casini, il movimento di New-York sta facendo presa nel cuore delle persone perchè è un movimento pacifico, la loro arma è internet (la stessa dai tempi della Tunisia ormai) e coadiuvati dagli onnipresenti Anonymous  stanno sputtanando alla grande i poliziotti particolarmente violenti a colpi di… YOUTUBE! Date un occhiata al video qui sotto, dovremmo prendere esempio, se solo le forze dell’ordine italiane non fossero mascherate da black block:


Anonymous for the Lulz! ^^ …li adoro! ❤

Cosa vogliono quelli che manifestano e protestano?

9 ottobre 2011


Ogni stato ha le sue storie specifiche e i suoi casi di corruzione o altro … eppure ci si accorge che scavando nell’animo dei manifestanti, dei rivoltosi, ci sono sempre e solo due “sensazioni”, due stati d’animo che più di altri contribuiscono a schiodare dalla televisione centinaia di migliaia (se non milioni) di persone. Per spiegarmi meglio non riesco a trovare parole che riescano a descrivere questi due stati d’animo, ci proverò dunque con due storielle che rendono l’idea meglio di qualunque articolo.

La prima storia è QUESTA
La seconda comincia qui sotto:

Un uomo in giacca e cravatta è apparso un giorno in un villaggio. In piedi su una cassetta della frutta, gridò a chi passava che avrebbe comprato a € 100 in contanti ogni asino che gli sarebbe stato offerto. I contadini erano effettivamente un po’ sorpresi, ma il prezzo era alto e quelli che accettarono tornarono a casa con il portafoglio gonfio, felici come una pasqua. L’uomo venne anche il giorno dopo e questa volta offrì 150 € per asino, e di nuovo tante persone gli vendettero i propri animali. Il giorno seguente, offrì 300 € a quelli che non avevano ancora venduto gli ultimi asini del villaggio. Vedendo che non ne rimaneva nessuno, annunciò che avrebbe comprato asini a 500 € la settimana
successiva e se ne andò dal villaggio. Il giorno dopo, affidò al suo socio la mandria che aveva appena acquistato e lo inviò nello stesso villaggio con l’ordine di vendere le bestie 400 € l’una. Vedendo la possibilità di realizzare un utile di 100 € la settimana successiva, tutti gli abitanti del villaggio acquistarono asini a quattro volte il prezzo al quale li avevano venduti e, per far ciò, si indebitarono con la banca.

Come era prevedibile, i due uomini d’affari andarono in vacanza in un paradiso fiscale con i soldi guadagnati e tutti gli abitanti del villaggio rimasero con asini senza valore e debiti fino a sopra i capelli. Gli sfortunati provarono invano a vendere gli asini per rimborsare i prestiti. Il corso dell’asino era crollato. Gli animali furono sequestrati ed affittati ai loro precedenti proprietari dal banchiere.
Nonostante ciò il banchiere andò a piangere dal sindaco, spiegando che se non recuperava i propri fondi, sarebbe stato
rovinato e avrebbe dovuto esigere il rimborso immediato di tutti i prestiti fatti al Comune. Per evitare questo disastro, il sindaco, invece di dare i soldi agli abitanti del villaggio perché pagassero i propri debiti, diede i soldi al banchiere (che era, guarda caso, suo caro amico e primo assessore). Eppure quest’ultimo, dopo aver rimpinguato la tesoreria, non cancellò i debiti degli abitanti del villaggio ne quelli del Comune e così tutti continuarono a rimanere immersi nei debiti.
Vedendo il proprio disavanzo sul punto di essere declassato e preso alla gola dai tassi di interesse, il Comune chiese l’aiuto dei villaggi vicini, ma questi risposero che non avrebbero potuto aiutarlo in nessun modo poiché avevano vissuto la medesima disgrazia.
Su consiglio disinteressato del banchiere, tutti decisero di tagliare le spese: meno soldi per le scuole, per i servizi
sociali, per le strade, per la sanità. Venne innalzata l’età di pensionamento e licenziati tanti dipendenti pubblici, abbassarono i salari e al contempo le tasse furono aumentate. Dicevano che era inevitabile e promisero di moralizzare questo scandaloso commercio di asini.
Questa triste storia diventa più gustosa quando si scopre che il banchiere e i due truffatori sono fratelli e vivono insieme su un isola delle Bermuda, acquistata con il sudore della fronte. Noi li chiamiamo fratelli Mercato. Molto generosamente, hanno promesso di finanziare la
campagna elettorale del sindaco uscente. Questa storia non è finita perché non sappiamo cosa fecero gli abitanti del villaggio.
E voi, cosa fareste al posto loro? Che cosa farete?
Se queste storie vi ricordano qualcosa, ritroviamoci a Roma Sabato 15 ottobre 2011
Giornata internazionale di mobilitazione globale, perchè se perdiamo la capacità di indignarci di fronte ai soprusi e alla corruzione, allora non ci resta altro da fare che lamentarci di noi stessi!
Fate circolare queste storielle… d’altra parte, ne hanno bisogno soprattutto gli adulti! ^^

15 Ottobre 2011. Tutti a Roma! Verrà fondato il Consiglio Nazionale di Transizione Italiano (CNT_IT)

7 ottobre 2011

Ciò che c’era da dire è stato detto … ciò che c’era da provare è stato provato.

Ora è giunto il tempo per una sana, ponderata, PACIFICA ma determinata reazione! Il 15 Ottobre troviamoci tutti a Roma per illustrare la nostra ricetta per uscire dalla crisi ai così detti “potenti” o “””””onorevoli””””” che questa crisi l’anno creata! Il mood sarà proattivo, costruttivo, sereno. Le bandiere NON sono ammesse … non più ormai, il tempo per dimostrare la loro serietà i partiti lo hanno avuto, ma hanno tutti fallito.

Il 15 Ottobre ci sarà una presa di posizione chiara da parte dei cittadini di tutto il mondo. In Italia verrà costituito il Consiglio Nazionale Transitorio Italiano (CNT_IT) per tentare di salvare il salvabile utilizzando internet e le infinite competente/potenzialità dei cittadini. Noi siamo il 99% … e stiamo per arrivare! SILENT NO MORE!

Abusate dei vs dispositivi elettronici! Travasate tutti i vostri video direttamente su Youtube/Youreporter e girate i vostri link a @Oct15_IT  su Twitter.
Stiamo allestendo una postazione per la diretta streaming, chiedo a tutti quelli del gruppo FON o aderenti ad iniziative analoghe (e residenti a Roma) di aprire le loro connessioni wifi e renderle disponibili senza password…. per favore non fate perdere tempo agli Anonymous con wep o wpa varie 😉   Avremo bisogno del contributo di tutti, ciascuno con le sue competenze.

Per chi vuole capire le reali motivazioni di questa mobilitazione, potrete trovare interessanti spunti di riflessione da questo meraviglioso post del Guardian. Vi prego di leggerlo con molta attenzione … è inerente la protesta degli indignados di wall street (www.occupywallst.org) , ma si sa … tutto il mondo è paese.   La “Corrente” ormai è la stessa in ogni paese e certe cose ormai i bambini le vedono più chiaramente di noi (vedi min 1:10), dobbiamo solo smetterla di non pensarci o di far finta di accettare le cose come sono … è ora di svegliarci, è ora di riaprire BENE gli occhi ! Agiamo NOI prima che debbano farlo i nostri figli!

Sarà pure ottobre, ma la PRIMAVERA sta per arrivare anche in Italia!

Fusione Fredda di Rossi e Focardi: Importanti novità alla conferenza della Defkalion

23 giugno 2011

Si è conclusa alle 16:30 la tanto attesa conferenza stampa della Defkalion tenutasi al “Palaio Faliro Municipality Congress Center”.
Questa ditta si occuperà della produzione e della distribuzione degli E-Cat in tutto il mondo (tranne Stati Uniti e militari).

Alla conferenza erano presenti circa 150 persone tra cui:

Il Sig. Xinidis, del Ministero dell’Industria e della Tecnologia
Rappresentanti di partiti politici, tra cui:
Partito dei Verdi Tedesco
Il sindaco di Palaio Faliro
Il presidente del Greek Technical Chamber
Il presidente dell’ Union of Greek Chambers
Il presidente del Greek-Americal Chamber of commerce
Rappresentanti dell’ Industrial Union of North Greece
The presidente della compagnia greca di miniere di Nichel (LARCO)
Professori universitari vari e altri personaggi influenti locali e stranieri.

Sul palco c’erano il Prof. Stremmenos, A. Xanthoulis della Defkalion Green Technology e ovviamente l’Ing. Andrea Rossi.
A riprendere la conferenza c’erano 7 telecamere del mainstream Greco, giornalisti della carta stampata, blogger, Associated Press ecc….
E’ stato distribuito il press-kit ai media (domani, venerdì 24/06/2011) usciranno foto e lista dei partecipanti.
L’evento è stato filmato e verrà uploadato su youtube molto presto (in teoria la settimana prossima).

Da oggi non si chiamerà più E-Cat (era il nome del prototipo = Energy Catalizer) si chiamerà Hyperion e ci saranno vari modelli, dai 5kw ai 30kw. Le dimensioni saranno contenute: L55xW48xH35cm
Il sito della Defkalion è ora attivo e potrete reperire il company profile che contiene interessantissime informazioni relative l’ Hyperion.

Signore e signori … allacciatevi le cinture!

_________________________

Update: eccovi alcuni video + l’aggiornamento di Daniele  (22passi)



(lo so, è poco, ma è successo poche ore fa e si trova ancora poco, nei prox giorni tenete d’occhio youtube!)

Per cosa voteremo il 12 e 13 giugno? #2011

1 giugno 2011

Il prossimo 12 e 13 giugno 2011 voteremo i seguenti quesiti:

REFERENDUM 1 – Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. In pratica si chiede l’abolizione della privatizzazione dei servizi pubblici, tra cui quelli idrici, che resterebbero quindi in mano pubblica.

REFERENDUM 2 – Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. In pratica si impedisce di fare profitti sull’acqua. Si chiede infatti l’abolizione della norma che prevede la sicurezza dei guadagni da parte delle società private alle quali sono stati affidati i servizi idrici, quindi la possibilità di aumentare le tariffe. Il gestore privato con la legge in vigore può caricare sulla bolletta fino al 7% a remunerazione del capitale investito, senza alcun collegamento a un miglioramento qualitativo del servizio.

REFERENDUM 3 – Riguarda le nuove centrali per l’energia nucleare. Dopo la decisione di oggi (01/06/2011) della Suprema Corte, il testo del quesito dovrà essere riformulato.

REFERENDUM 4 – Abrogazione della legge 7 aprile 2010, n. 51 in materia di legittimo impedimento del presidente del Consiglio dei ministri e dei ministri a comparire in udienza penale. La Corte Costituzione aveva già parzialmente abrogato la legge sul legittimo impedimento, in particolare nella parte che dava alla presidenza del Consiglio la possibilità di «autocertificare» l’impedimento costringendo il giudice a rinviare l’udienza

Se avete dei dubbi se votare si o no, per favore informatevi su google, parlatene, chiedete … per quanto mi riguarda il SI su tutti e quattro i quesiti è OVVIO!

Dal Nord-Africa all’Europa. La (R)Evolution sbarca in Italia! #italianrevolution

24 maggio 2011

Errore-404: Democrazia non trovata!

Ricevo via mail e volentieri faccio rimbalzare:

________________________________________________

Ciao a tutti
chiedo scusa per rubarvi un minuto del vostro tempo, ma sta avvenendo qualcosa di importante da far girare il più possibile.
A parte i referendum, da votare tutti SI … lo abbiamo capito, credo ci sia una macro-iniziativa che merita l’appoggio di tutti.

http://www.facebook.com/italianrevolution?ref=ts&sk=wall
https://www.facebook.com/note.php?note_id=117068165044837
http://www.ikimap.com/map/XCYF

su twitter cercate #italianrevolution #

Questo è il manifesto on-line, editabile da chiunque (magnifico esempio di vera democrazia costruttiva, tutti sono invitati a contribuire, ma con Coscienza):
https://docs.google.com/document/d/1KyadJTQMtThN7TqFBUUhbzO0Z99KjV7PbMRvFPAxNSs/edit?hl=en_US&pli=1#

Il movimento, totalmente libero e spontaneo, si impone solo due regole fondamentali, dettate dal cuore:

  • Le bandiere questa volta non ci stanno proprio (tranne quelle con slogan autoscritti/stampati, possibilmente ironici/positivi/proattivi). Questa iniziativa, questa presa di posizione della cittadinanza sembra trascendere l’attuale sistema politico
  •   Questo è un movimento NON violento.

Se ci sarà uso della forza da qualsiasi parte,  questa verrà filmata direttamente sul campo. Coadiuvati da membri di Anonymous e singoli cittadini “smanettoni” verrà inviata su youtube e sarà on-line circa 5 minuti dopo. Permettetemi un consiglio: aprite un paio di account facebook/twitter/youtube con nome tipo #italianrevolution12345 e intanto aggiornate, interagite, condividete, fate girare! Quegli account torneranno MOLTO utili se il governo sceglierà di usare le forza contro cittadini pacifici. Varie webcam verranno posizionate nella camping zone e messa in diretta streaming 24h. Questi sono ottimi deterrente affinchè i governi non facciano uso della forza contro cittadini inermi e tranquilli (e anche contro qualche squilibrato black block). Chi non andrà in piazza dovrebbe prepararsi da casa con TOR o rispolverando i vecchi modem 56k (… non si sa mai, lo abbiamo già visto in Tunisia e in Egitto)! Chi resterà a casa potrà dare supporto ai “campeggiatori” via internet mentre dalla piazza arriveranno foto, video ecc… che andranno girati ai giornali o postare.

Signori e Signore …. che lo spettacolo abbia inizio!
E’ uno spettacolo nuovo in Italia e si intitola:

DEMOCRAZIA

(ma quella vera stavolta)!
Buona (R)Evolution a tutti e mi raccomando…. niente bandiere ma tante idee/canzoni/proposte/risate!


_______________________________________________________________________

Beh … che dire?  +1 a Vicenza!  Fate girare please!

Fusione Fredda di Rossi e Focardi. Update 17/05/2011

18 maggio 2011

Update, aggiunte e correzioni del post precente.

Speciale di RaiNews24. Che sorpresa vedere  presenti in studio due pietre miliari dell’informazione libera del web: Pietro e Debora (mai visto due blogger lavorare con tanta sinergia)

Qui invece la storia raccontata direttamente da uno dei protagonisti, il Prof. Focardi:

Dunque, ricapitolando …
Il prof. Focardi era li tranquillo a godersi la meritata pensione con saltuarie collaborazioni con l’università di Bologna.
Ad un certo punto l’Ing. Rossi lo ha cercato.
Rossi circa vent’anni fa notò un’emissione anomala di calore dalla reazione di idrogeno e monossido di carbonio. Utilizzando un procedimento “trial and error” (prove per errore) riuscì a controllare l’emissione di calore e a riscaldare la sua fabbrica per due anni con un prototipo di reattore. Nel corso degli anni costruì più di duemila prototipi per mettere a punto di sistema, per poi incontrare a Bologna il professor Focardi.
A Rossi erano ben noti gli studi portati avanti da Focardi (aveva pubblicato già molta ricerca sulla produzione eccessiva di calore delle reazioni nickel-idrogeno) ed era convinto di potergli essere utile portando una sorta di upgrade al sistema che fino a quel momento aveva un rapporto di 1:2 tra energia immessa e generata. Rossi propose a Focardi di utilizzare nanopolvere di nichel anzichè una lamina, in modo tale da aumentare la superficie di contatto con l’idrogeno (a 25 atmosfere circa).  Dopo svariati tentativi e con l’aggiunta di una mistura misteriosa contenuta all’interno di un misterioso catalizzatore, qualcosa di stupefacente accadde. Il rapporto tra energia immessa e generata cominciò ad aumentare da 1:2 a 1:20 … praticamente consumando 600w se ne possono estraree 12000w e siamo ancora nella fase dei test e dei prototipi. Si vocifera che potrebbe arrivare anche a 1:100 (ma in base a quali conti visto che non sanno come funziona esattamente?). Per innescarsi il sistema avrebbe bisogno di essere riscaldato fino a 100° e da quel momento in poi il processo può anche autosostenersi, senza bisogno di energia in ingresso.
Partono svariati test fino a che  Il 14 gennaio 2011, i due studiosi annunciarono pubblicamente al mondo di aver prodotto un “reattore da tavolo” in grado di produrre 10 Kw.
L’ultima dimostrazione tenuta esclusivamente per la commissione degli scettici svedese è decisiva  e viene svolta sempre presso l’università di Bologna. Presenti una rosa di scienziati (molto rispettati e noti nei loro rispettivi rami di competenza) che sottopongono il sistema ad una serie di rigorosissimi test atti a scovare anche solo la traccia di un trucco, di una batteria, di materiale radioattivo…

Il resto è nei video che avete già visto.

La reazione della stampa fu (e rimane) pressoché inesistente sia in Europa che negli Stati Uniti, e Rossi dopo l’ultima dimostrazione ha dichiarato che non ce ne saranno altre: la prossima sarà quella definitiva, quando l’impianto da 1 Mw (=1000 kw) entrerà in funzione in Grecia. L’installazione  fornirà la potenza necessaria per vaporizzare acqua che metterà in moto una turbina, esattamente come avviene in un reattore nucleare, solo in modo meno costoso e molto più sicuro. La cosa straordinaria è che il generatore non sarà più grande di una scatola di 2 x tre x 3 metri; la nano-polvere di nickel dovrà essere rifornita ogni sei mesi: i vantaggi rispetto a un generatore nucleare sono enormemente superiori, sia in termini di costi di materie prime e mantenimento che in termini di impatto ambientale e sostenibilità. L’azienda greca che si occuperà del progetto è la Defkalion amministrata sembra da un ex ambasciatore greco in Italia. Una persona strategica per una tecnololgia strategica. L’inaugurazione è prevista per ottobre. Diamogli 4 mesi per ritardi tecnico/burocratici…. entro febbraio 2012 dovremmo vedere il primo impianto funzionante … se poi si tarda ulteriormente e si finisce al 21 dicembre 2012, saranno in molti a farsi 4 risate (e tirare un sospiro di sollievo 😉

Rossi ha poi raccontato che più di un centinaio di reattori da 4.4 Kw sono già in funzione in quattro paesi, e sono in mano a degli esperti che li stanno ispezionando in via riservata. Resta da capire la posizione del DoD e del DoE (Dipartimento della difesa e dell’energia degli stati uniti). In che modo si intrecciano con l’Ing. Rossi? Sembra abbiano avuto contatti anche in passato e ora si sono fatti vivi per chiudere un importante contratto con Rossi … se si muovono loro che hanno la crème della tecnologia statunitense al loro servizio, allora non si tratta di junk science!

…. teorie, supposizioni, test, dubbi …. l’unica cosa certa è che qualunque processo avvenga dentro quel macchinario, sia esso chimico o nucleare, è nuovo e RIVOLUZIONARIO (sono riduttivo, lo so).

Come ultimo link vi segnalo QUESTO che contiene parti della chat/intervista intercorsa tra Rossi e svariati Netizen.

Attendiamo gli sviluppi … e prepariamoci a festeggiare 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per almeno un anno intero!
Se funzionasse saremmo davvero mezzi salvi dal punto di vista ambientale
… la restante metà però dobbiamo mettercela noi, impegnandoci nel profondo del nostro Essere.

La Fusione Fredda di Rossi-Focardi FUNZIONA! Siamo al bivio dell’Umanità.

15 maggio 2011

Sembra che ci siano importanti novità anche sul fronte Energia!

In questi giorni gli internauti che seguono da anni le evoluzioni della Free Energy sono a bocca aperta, così come gli emeriti professori e scienziati che la settimana scorsa (12/05/2011) hanno collaudato presso l’università di Bologna il sistema denominato E-Cat. All’interno di quel congegno sembra che accada un vero e proprio miracolo: la tanto agognata Fusione Fredda!

Se non si tratta della più grande bufala scientifica del millennio, questa scoperta rappresenta il Satori della Fisica, la fine dell’adolescenza tecnologica, l’inizio di una nuova Era!

Qui sotto il video del test svolto dall’equipe di professori e luminari presso l’università di Bologna. E’ curioso notare gli scienziati brancolare nel buio più assoluto. Hanno misurato l’energia in ingresso, l’energia in uscita, mille altri parametri, ma con le attuali conoscenze della fisica non sanno spiegare ciò che succede.

Questi invece sono i commenti di altri due noti fisici (Kullander e Essén):

Immaginate le cose che si potrebbero fare: con uno di questi congegni si potrebbe alimentare casa propria spendendo 1 cent per kwh (anzichè 12-18cent). Si potrebbe mettere dentro una  macchina elettrica e farci 100 giri del mondo senza mai fermarsi. Con un centinaio di questi E-Cat in parallello si potrebbero dissalare grandi quantità di acqua marina per irrigare i deserti … la fine della fame nel mondo, la fine dei conflitti, delle guerre per il petrolio.
Finalmente non sono solo parole utopistiche ma una reale possibilità se sapremo prendere con Coscienza la strada giusta. L’aspetto energetico infatti è giusto una delle variabili in gioco per ottenere il “paradiso in terra”. La domanda fondamentale ora è: COSA ne faremo di tutta quell’energia? Se la usassimo per continuare il nostro solito stile di vita consumistico e per far crescere sempre e comunque quel maledetto PIL … credo che non risolveremo molto per salvarci dal surriscaldamento globale. Dovremmo ben presto fare i conti anche con svariate materie prime e le logiche devastanti  del profitto finirebbero per consumarci l’Ambiente e il Cuore.

Dopo l’iniziale entusiasmo per una probabile scoperta storica, resta una leggera amarezza per il fatto che l’Ing. Andrea Rossi avrebbe potuto brevettare la scoperta solo per proteggerla da eserciti o avidi industriali per poi divulgarla a tutti
(ovviamente attraverso la rete)…. e invece no! Subito alcuni contatti con l’esercito americano (come confermato da Focardi a RaiNews24) il brevetto industriale e la produzione in serie “copyright” pronta per partire.  Peccato Sig. Andrea Rossi, un’ottima occasione persa: sono pochissimi coloro che possono vantarsi di avere avuto nelle loro mani la possibilità di cambiare IL MONDO, di avere avuto in mano la chiave per l’evoluzione del genere Umano. Speriamo cambi idea su questo punto ma la vedo ardua … essendo un imprenditore potrebbe essere una persona altamente addestrata all’ottimizzazione del guadagno anzichè al raggiungimento del bene comune (globale in questo caso). Vedremo come evolverà la situazione, speriamo solo che finisca meglio della Petroldrago.

Qui di seguito lo speciale di Report sulla Fusione Fredda del 1997:



(al min. 05:20 del video qui sopra, il Prof. Giuliano Preparata dell’Università di Milano spiega chiaramente perchè la comunità scientifica ufficiale e i media non parlino della fusione fredda e perchè non arrivino fondi per queste ricerche … morì 3 anni dopo l’intervista)

Principali portali per la Free Energy:

Ma quale crisi? Il bello deve ancora arrivare!

5 agosto 2009
Previsioni sull'andamento dell'estrazione di fonti di energia fossile
Previsioni sull’andamento dell’estrazione di fonti di energia fossile
Anche il buon Obama purtroppo ha cominciato a fare previsioni sulla cosiddetta “crisi”. 
Fidandosi (forse troppo) degli autori dei suoi interventi è riuscito ad affermare anche che siamo “all’inizio della fine della grande recessione“.

Ci sono persone che continuano a ragionare come se tutto quello che abbiamo oggi sia dovuto… che NON PUO’ cambiare nulla nel nostro stile di vita, che avremo tutto ciò a cui siamo abituati, senza alcuna interruzione, per sempre. Ci sono anche persone, come il nostro valente statista che dopo aver negato per mesi l’esistenza della “crisi” se ne convince ma dichiara che la soluzione è l’ottimismo … basta non pensarci e non parlarne. Vede poi che non funziona (ovviamente per colpa della stampa comunista-pessimista)  e prepara un piano geniale per rilanciare l’economia: costruire 100mila abitazioni, cemento e asfalto ovunque, tanto quelle cose verdi là … come si chiamano … PIANTE, a cosa servono? non fanno fatturato! 
Posso immaginare (e condividere) la felicità del grande Adriano Celentano

Forse è vero che quelli che hanno il potere di cambiare le cose non si arrenderanno mai ad un nuovo paradigma che avanza, eppure timidi segnali mostrano che alcuni eminenti personaggi  di eminenti istituti di ricerca cominciano ad appoggiare la tesi di coloro che già da tempo si stanno preparando ad un cambiamento radicale.

Il grafico di inizio post indica le stime fatte da vari centri di ricerca ma non è aggiornato proprio perchè la IEA e CERA hanno rivisto le loro posizioni. L’immagine l’ho tratta dal sito di “The Oil Drum” (www.theoildrum.com).
Clicca qui per vedere l’immagine a schermo intero … e cominciate a prepararvi.

Forse nuove tecnologie e antiche saggezze potrebbero fondersi per creare qualcosa di diverso dall’attuale sistema economico basato sulla continua utopica crescita.