Posts Tagged ‘Blog’

15 Ottobre 2011. Tutti a Roma! Verrà fondato il Consiglio Nazionale di Transizione Italiano (CNT_IT)

7 ottobre 2011

Ciò che c’era da dire è stato detto … ciò che c’era da provare è stato provato.

Ora è giunto il tempo per una sana, ponderata, PACIFICA ma determinata reazione! Il 15 Ottobre troviamoci tutti a Roma per illustrare la nostra ricetta per uscire dalla crisi ai così detti “potenti” o “””””onorevoli””””” che questa crisi l’anno creata! Il mood sarà proattivo, costruttivo, sereno. Le bandiere NON sono ammesse … non più ormai, il tempo per dimostrare la loro serietà i partiti lo hanno avuto, ma hanno tutti fallito.

Il 15 Ottobre ci sarà una presa di posizione chiara da parte dei cittadini di tutto il mondo. In Italia verrà costituito il Consiglio Nazionale Transitorio Italiano (CNT_IT) per tentare di salvare il salvabile utilizzando internet e le infinite competente/potenzialità dei cittadini. Noi siamo il 99% … e stiamo per arrivare! SILENT NO MORE!

Abusate dei vs dispositivi elettronici! Travasate tutti i vostri video direttamente su Youtube/Youreporter e girate i vostri link a @Oct15_IT  su Twitter.
Stiamo allestendo una postazione per la diretta streaming, chiedo a tutti quelli del gruppo FON o aderenti ad iniziative analoghe (e residenti a Roma) di aprire le loro connessioni wifi e renderle disponibili senza password…. per favore non fate perdere tempo agli Anonymous con wep o wpa varie 😉   Avremo bisogno del contributo di tutti, ciascuno con le sue competenze.

Per chi vuole capire le reali motivazioni di questa mobilitazione, potrete trovare interessanti spunti di riflessione da questo meraviglioso post del Guardian. Vi prego di leggerlo con molta attenzione … è inerente la protesta degli indignados di wall street (www.occupywallst.org) , ma si sa … tutto il mondo è paese.   La “Corrente” ormai è la stessa in ogni paese e certe cose ormai i bambini le vedono più chiaramente di noi (vedi min 1:10), dobbiamo solo smetterla di non pensarci o di far finta di accettare le cose come sono … è ora di svegliarci, è ora di riaprire BENE gli occhi ! Agiamo NOI prima che debbano farlo i nostri figli!

Sarà pure ottobre, ma la PRIMAVERA sta per arrivare anche in Italia!

Annunci

Fusione Fredda di Rossi e Focardi: Importanti novità alla conferenza della Defkalion

23 giugno 2011

Si è conclusa alle 16:30 la tanto attesa conferenza stampa della Defkalion tenutasi al “Palaio Faliro Municipality Congress Center”.
Questa ditta si occuperà della produzione e della distribuzione degli E-Cat in tutto il mondo (tranne Stati Uniti e militari).

Alla conferenza erano presenti circa 150 persone tra cui:

Il Sig. Xinidis, del Ministero dell’Industria e della Tecnologia
Rappresentanti di partiti politici, tra cui:
Partito dei Verdi Tedesco
Il sindaco di Palaio Faliro
Il presidente del Greek Technical Chamber
Il presidente dell’ Union of Greek Chambers
Il presidente del Greek-Americal Chamber of commerce
Rappresentanti dell’ Industrial Union of North Greece
The presidente della compagnia greca di miniere di Nichel (LARCO)
Professori universitari vari e altri personaggi influenti locali e stranieri.

Sul palco c’erano il Prof. Stremmenos, A. Xanthoulis della Defkalion Green Technology e ovviamente l’Ing. Andrea Rossi.
A riprendere la conferenza c’erano 7 telecamere del mainstream Greco, giornalisti della carta stampata, blogger, Associated Press ecc….
E’ stato distribuito il press-kit ai media (domani, venerdì 24/06/2011) usciranno foto e lista dei partecipanti.
L’evento è stato filmato e verrà uploadato su youtube molto presto (in teoria la settimana prossima).

Da oggi non si chiamerà più E-Cat (era il nome del prototipo = Energy Catalizer) si chiamerà Hyperion e ci saranno vari modelli, dai 5kw ai 30kw. Le dimensioni saranno contenute: L55xW48xH35cm
Il sito della Defkalion è ora attivo e potrete reperire il company profile che contiene interessantissime informazioni relative l’ Hyperion.

Signore e signori … allacciatevi le cinture!

_________________________

Update: eccovi alcuni video + l’aggiornamento di Daniele  (22passi)



(lo so, è poco, ma è successo poche ore fa e si trova ancora poco, nei prox giorni tenete d’occhio youtube!)

Gli eroi della Fusione Fredda – E-Cat

17 giugno 2011

Ottimo documentario sull’ultima eccezionale scoperta di Rossi e Focardi. La Fusione Fredda sembra finalmente realtà. Non ho nemmeno voglia di chiedermi da quanti anni il DoD e DoE la tenevano negli armadi … sono troppo intento a sognare come potrebbe essere idilliaco e libero un futuro alimentato con una tale tecnologia.
I professori Preparata, Piantelli, Focardi, Levi, Stremmenos, Rossi e tutti coloro che SENZA finanziamenti hanno contribuito alla realizzazione di questo sogno, di questa RIVOLUZIONE!

Credo che ci stiamo avvicinando al “giorno zero”. Quella sensazione che da anni (da molto prima del primo post) mi suggeriva l’arrivo di un grosso cambiamento sembra ci avesse visto giusto … tra rivoluzioni sociali – rivoluzioni economiche – rivoulzioni interiori e ora anche una nuova rivoluzione: quella energetica … dovrebbe essercene abbastanza per dire: “ok, ci siamo!”
E invece no! Non siamo ancora arrivati al giorno zero, “sento” che non è ancora tutto qui … probabilmente a ottobre/novembre ne riparleremo!

Per cosa voteremo il 12 e 13 giugno? #2011

1 giugno 2011

Il prossimo 12 e 13 giugno 2011 voteremo i seguenti quesiti:

REFERENDUM 1 – Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. In pratica si chiede l’abolizione della privatizzazione dei servizi pubblici, tra cui quelli idrici, che resterebbero quindi in mano pubblica.

REFERENDUM 2 – Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. In pratica si impedisce di fare profitti sull’acqua. Si chiede infatti l’abolizione della norma che prevede la sicurezza dei guadagni da parte delle società private alle quali sono stati affidati i servizi idrici, quindi la possibilità di aumentare le tariffe. Il gestore privato con la legge in vigore può caricare sulla bolletta fino al 7% a remunerazione del capitale investito, senza alcun collegamento a un miglioramento qualitativo del servizio.

REFERENDUM 3 – Riguarda le nuove centrali per l’energia nucleare. Dopo la decisione di oggi (01/06/2011) della Suprema Corte, il testo del quesito dovrà essere riformulato.

REFERENDUM 4 – Abrogazione della legge 7 aprile 2010, n. 51 in materia di legittimo impedimento del presidente del Consiglio dei ministri e dei ministri a comparire in udienza penale. La Corte Costituzione aveva già parzialmente abrogato la legge sul legittimo impedimento, in particolare nella parte che dava alla presidenza del Consiglio la possibilità di «autocertificare» l’impedimento costringendo il giudice a rinviare l’udienza

Se avete dei dubbi se votare si o no, per favore informatevi su google, parlatene, chiedete … per quanto mi riguarda il SI su tutti e quattro i quesiti è OVVIO!

Fusione Fredda di Rossi e Focardi. Update 17/05/2011

18 maggio 2011

Update, aggiunte e correzioni del post precente.

Speciale di RaiNews24. Che sorpresa vedere  presenti in studio due pietre miliari dell’informazione libera del web: Pietro e Debora (mai visto due blogger lavorare con tanta sinergia)

Qui invece la storia raccontata direttamente da uno dei protagonisti, il Prof. Focardi:

Dunque, ricapitolando …
Il prof. Focardi era li tranquillo a godersi la meritata pensione con saltuarie collaborazioni con l’università di Bologna.
Ad un certo punto l’Ing. Rossi lo ha cercato.
Rossi circa vent’anni fa notò un’emissione anomala di calore dalla reazione di idrogeno e monossido di carbonio. Utilizzando un procedimento “trial and error” (prove per errore) riuscì a controllare l’emissione di calore e a riscaldare la sua fabbrica per due anni con un prototipo di reattore. Nel corso degli anni costruì più di duemila prototipi per mettere a punto di sistema, per poi incontrare a Bologna il professor Focardi.
A Rossi erano ben noti gli studi portati avanti da Focardi (aveva pubblicato già molta ricerca sulla produzione eccessiva di calore delle reazioni nickel-idrogeno) ed era convinto di potergli essere utile portando una sorta di upgrade al sistema che fino a quel momento aveva un rapporto di 1:2 tra energia immessa e generata. Rossi propose a Focardi di utilizzare nanopolvere di nichel anzichè una lamina, in modo tale da aumentare la superficie di contatto con l’idrogeno (a 25 atmosfere circa).  Dopo svariati tentativi e con l’aggiunta di una mistura misteriosa contenuta all’interno di un misterioso catalizzatore, qualcosa di stupefacente accadde. Il rapporto tra energia immessa e generata cominciò ad aumentare da 1:2 a 1:20 … praticamente consumando 600w se ne possono estraree 12000w e siamo ancora nella fase dei test e dei prototipi. Si vocifera che potrebbe arrivare anche a 1:100 (ma in base a quali conti visto che non sanno come funziona esattamente?). Per innescarsi il sistema avrebbe bisogno di essere riscaldato fino a 100° e da quel momento in poi il processo può anche autosostenersi, senza bisogno di energia in ingresso.
Partono svariati test fino a che  Il 14 gennaio 2011, i due studiosi annunciarono pubblicamente al mondo di aver prodotto un “reattore da tavolo” in grado di produrre 10 Kw.
L’ultima dimostrazione tenuta esclusivamente per la commissione degli scettici svedese è decisiva  e viene svolta sempre presso l’università di Bologna. Presenti una rosa di scienziati (molto rispettati e noti nei loro rispettivi rami di competenza) che sottopongono il sistema ad una serie di rigorosissimi test atti a scovare anche solo la traccia di un trucco, di una batteria, di materiale radioattivo…

Il resto è nei video che avete già visto.

La reazione della stampa fu (e rimane) pressoché inesistente sia in Europa che negli Stati Uniti, e Rossi dopo l’ultima dimostrazione ha dichiarato che non ce ne saranno altre: la prossima sarà quella definitiva, quando l’impianto da 1 Mw (=1000 kw) entrerà in funzione in Grecia. L’installazione  fornirà la potenza necessaria per vaporizzare acqua che metterà in moto una turbina, esattamente come avviene in un reattore nucleare, solo in modo meno costoso e molto più sicuro. La cosa straordinaria è che il generatore non sarà più grande di una scatola di 2 x tre x 3 metri; la nano-polvere di nickel dovrà essere rifornita ogni sei mesi: i vantaggi rispetto a un generatore nucleare sono enormemente superiori, sia in termini di costi di materie prime e mantenimento che in termini di impatto ambientale e sostenibilità. L’azienda greca che si occuperà del progetto è la Defkalion amministrata sembra da un ex ambasciatore greco in Italia. Una persona strategica per una tecnololgia strategica. L’inaugurazione è prevista per ottobre. Diamogli 4 mesi per ritardi tecnico/burocratici…. entro febbraio 2012 dovremmo vedere il primo impianto funzionante … se poi si tarda ulteriormente e si finisce al 21 dicembre 2012, saranno in molti a farsi 4 risate (e tirare un sospiro di sollievo 😉

Rossi ha poi raccontato che più di un centinaio di reattori da 4.4 Kw sono già in funzione in quattro paesi, e sono in mano a degli esperti che li stanno ispezionando in via riservata. Resta da capire la posizione del DoD e del DoE (Dipartimento della difesa e dell’energia degli stati uniti). In che modo si intrecciano con l’Ing. Rossi? Sembra abbiano avuto contatti anche in passato e ora si sono fatti vivi per chiudere un importante contratto con Rossi … se si muovono loro che hanno la crème della tecnologia statunitense al loro servizio, allora non si tratta di junk science!

…. teorie, supposizioni, test, dubbi …. l’unica cosa certa è che qualunque processo avvenga dentro quel macchinario, sia esso chimico o nucleare, è nuovo e RIVOLUZIONARIO (sono riduttivo, lo so).

Come ultimo link vi segnalo QUESTO che contiene parti della chat/intervista intercorsa tra Rossi e svariati Netizen.

Attendiamo gli sviluppi … e prepariamoci a festeggiare 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per almeno un anno intero!
Se funzionasse saremmo davvero mezzi salvi dal punto di vista ambientale
… la restante metà però dobbiamo mettercela noi, impegnandoci nel profondo del nostro Essere.

La Fusione Fredda di Rossi-Focardi FUNZIONA! Siamo al bivio dell’Umanità.

15 maggio 2011

Sembra che ci siano importanti novità anche sul fronte Energia!

In questi giorni gli internauti che seguono da anni le evoluzioni della Free Energy sono a bocca aperta, così come gli emeriti professori e scienziati che la settimana scorsa (12/05/2011) hanno collaudato presso l’università di Bologna il sistema denominato E-Cat. All’interno di quel congegno sembra che accada un vero e proprio miracolo: la tanto agognata Fusione Fredda!

Se non si tratta della più grande bufala scientifica del millennio, questa scoperta rappresenta il Satori della Fisica, la fine dell’adolescenza tecnologica, l’inizio di una nuova Era!

Qui sotto il video del test svolto dall’equipe di professori e luminari presso l’università di Bologna. E’ curioso notare gli scienziati brancolare nel buio più assoluto. Hanno misurato l’energia in ingresso, l’energia in uscita, mille altri parametri, ma con le attuali conoscenze della fisica non sanno spiegare ciò che succede.

Questi invece sono i commenti di altri due noti fisici (Kullander e Essén):

Immaginate le cose che si potrebbero fare: con uno di questi congegni si potrebbe alimentare casa propria spendendo 1 cent per kwh (anzichè 12-18cent). Si potrebbe mettere dentro una  macchina elettrica e farci 100 giri del mondo senza mai fermarsi. Con un centinaio di questi E-Cat in parallello si potrebbero dissalare grandi quantità di acqua marina per irrigare i deserti … la fine della fame nel mondo, la fine dei conflitti, delle guerre per il petrolio.
Finalmente non sono solo parole utopistiche ma una reale possibilità se sapremo prendere con Coscienza la strada giusta. L’aspetto energetico infatti è giusto una delle variabili in gioco per ottenere il “paradiso in terra”. La domanda fondamentale ora è: COSA ne faremo di tutta quell’energia? Se la usassimo per continuare il nostro solito stile di vita consumistico e per far crescere sempre e comunque quel maledetto PIL … credo che non risolveremo molto per salvarci dal surriscaldamento globale. Dovremmo ben presto fare i conti anche con svariate materie prime e le logiche devastanti  del profitto finirebbero per consumarci l’Ambiente e il Cuore.

Dopo l’iniziale entusiasmo per una probabile scoperta storica, resta una leggera amarezza per il fatto che l’Ing. Andrea Rossi avrebbe potuto brevettare la scoperta solo per proteggerla da eserciti o avidi industriali per poi divulgarla a tutti
(ovviamente attraverso la rete)…. e invece no! Subito alcuni contatti con l’esercito americano (come confermato da Focardi a RaiNews24) il brevetto industriale e la produzione in serie “copyright” pronta per partire.  Peccato Sig. Andrea Rossi, un’ottima occasione persa: sono pochissimi coloro che possono vantarsi di avere avuto nelle loro mani la possibilità di cambiare IL MONDO, di avere avuto in mano la chiave per l’evoluzione del genere Umano. Speriamo cambi idea su questo punto ma la vedo ardua … essendo un imprenditore potrebbe essere una persona altamente addestrata all’ottimizzazione del guadagno anzichè al raggiungimento del bene comune (globale in questo caso). Vedremo come evolverà la situazione, speriamo solo che finisca meglio della Petroldrago.

Qui di seguito lo speciale di Report sulla Fusione Fredda del 1997:



(al min. 05:20 del video qui sopra, il Prof. Giuliano Preparata dell’Università di Milano spiega chiaramente perchè la comunità scientifica ufficiale e i media non parlino della fusione fredda e perchè non arrivino fondi per queste ricerche … morì 3 anni dopo l’intervista)

Principali portali per la Free Energy:

Nucleare in Italia: ma chi vogliono prendere in giro?

3 maggio 2011

Berlusconi l’ha confessato. Dopo il vertice italo-francese a Villa Madama ha dichiarato: “Siamo assolutamente convinti che l’energia nucleare sia il futuro per tutto il mondo” e ha ammesso che “fare il referendum adesso avrebbe significato eliminare per sempre la scelta del nucleare […] Per questo abbiamo deciso di adottare la moratoria”.

Era chiaro sin dall’inizio. Lo stop del governo al nucleare è semplicemente un trucco per bloccare il referendum del 12 e 13 giugno. Una vergognosa e anti-democratica strategia per impedire ai cittadini di votare oggi e imporre il nucleare domani.

Fukushima e, 25 anni fa, Cernobyl, hanno insegnato che l’energia nucleare è troppo pericolosa e non ha futuro.

Perciò, su un tema tanto importante dobbiamo poterci esprimere con il nostro voto.

Al referendum si deve votare: solo votando Sì il 12 e 13 giugno 2011 fermeremo per sempre i progetti nucleari in Italia.
Ricordatevi quindi di votare SI’ !!!!!   SI’ SI’ e SI’ (ormai tutti gli italiani dovrebbero aver capito che i referendum in Italia vanno votati al contrario di quello che penseremmo … le vecchie tecniche non si mollano mai! 😉

E tu voterai Sì al referendum? Firma il tuo impegno ora. Mobilita i tuoi amici, informa la tua famiglia. Diventa parte attiva di questa campagna contro il nucleare!

(tratto da Greenpeace) <— Fatelo girare per favore!  E’  importante!!!

Qui sotto una chicca! Un video dove vedrete una persona che durante Annozero raggiunge il più totale delirio nel vano tentativo di difendere il nucleare … ascoltare per credere:


(esilarante incipit di Berlusconi e la “scomposizione delle cellule”)


Pericolo: futuri Vajont in Spagna. Le dighe di Yesa e Itoiz

2 settembre 2010

Ecco un tipico esempio su come imparare dai propri errori … per rifarli !

Tutti saprete di ciò che è successo a Longarone a causa della diga del Vajont.
Più di 2000 morti in nome del progresso.
Era il 1963, la ragione e il buonsenso cominciavano a soccombere sotto i  colpi del dio denaro che aumentava il suo potere giorno dopo giorno. Biechi interessi economici di pochi, l’illusione degli “esperti” di parte che non hanno saputo prevedere … e nemmeno ascoltare ciò che semplici montanari urlavano a gran voce da mesi: “il monte verrà giù, basta vedere come sono piegati gli alberi … le crepe, siete ciechi?  fermatevi”.
Ma niente da fare, avevamo assolutamente bisogno di più energia, per consumare di più, per fare di più, per avere di più… di più, sempre di più …

Oggi a distanza di quasi 50 anni in teoria come “razza intelligente del pianeta”  dovremmo aver imparato dai nostri errori … in teoria …
In pratica invece la stessa identica tragedia sta per avvenire ai nostri vicini spagnoli.
Stanno per costruire/ingrandire nuove dighe, due di queste sono su zone con una morfologia del tutto simile a quella di Longarone. Potrete vederlo da voi cercando su google-earth le città di Yesi e quella di Itoiz. Un nuovo Vajont annunciato dunque.

Date un occhiata a questo video, se avete visto il film “Vajont” o lo spettacolo di Paolini capirete meglio:

Dalla Spagna mi scrivono che la cittadinanza sta manifestando tutto il loro dissenso, ma non conoscono il precedente del Vajont, quindi gli spagnoli preoccupati vengono tacciati da molte tv e giornali come demagoghi o estremisti e chi potrebbe fare qualcosa (politici o influenti) ridacchia sotto i baffi sussurando al collega: “il solito effetto N.I.M.B.Y“. 
Ecco a cosa porta l’attuale “democrazia” alla occidentale: ad essere governati da dei poveri, tristi, soliti omuncoli, orfani del dubbio … mi fanno una tristezza infinita (e danni altrettanto grandi).
Rischia quindi di diventare davvero una (ennesima) brutta storia.
Auguro ai cittadini di Yesi e Itoiz buona fortuna. Speriamo che travasando loro tutta la nostra esperienza relativa al Vajont possa servire per avere un finale differente da quello italiano.

INFORMIAMOLI !!! Aiutatemi a mandare ai blog spagnoli link a video, documenti, informazioni, tutto relativo al Vajont.

Web e pedofili

19 agosto 2010

Ed ecco qua … dopo 20 anni che bazzico per la rete, anch’io ho avuto un incontro virtuale ravvicinato con un vero e proprio mostro: un pedofilo.
Tutto ha avuto inizio un mese fa, quando ho deciso di fare l’esame di stato per avere il timbro di perito… volevo ripassare un po’, quindi tirai fuori i vecchi libri di scuola.
Non soddisfatto dei vecchi testi accesi emule per fare una rapida scansione del materiale che avrei potuto trovare.

C’erano un paio di file interessanti, dal nome innocuo del tipo: “Dispense di elettrotecnica”. Clicco, lascio macinare una notte e mi ritrovo il file (zippato) sul pc. Lo apro, non vedo dispense, vedo file di immagine … penso a una scansione salvata in formato immagine (.jpg) anzichè il classico formato testo (.pdf).

Apro l’immagine e vedo subito che non si tratta di dispense tecniche ma del prodotto di una mente pericolosamente malata … vedo una mano, immortalata mentre sta per tirare giù le mutandine di una bambina … altre foto, con altre bambine (dagli 8 ai 10 anni credo).

… sensazione di incredulità, stupore, rabbia, nausea … nell’esatto ordine …

D’istinto cancello quei file “infetti” … sul pc ci smanettano anche i miei due cuccioli … non voglio quello schifo sul mio pc. Poi mi attanaglia un dubbio … “forse ho sbagliato a cancellarlo? Dovevo portarlo alla polizia postale? E poi? Se mi beccano che ho scaricato qualche canzone, film o cartone animato?” Mi accorsi che finchè mi ponevo il dubbio, la risposta era già presente, chiara, cristallina … Ne parlo comunque in ufficio, sento amici, ricerco in rete qualche parere

… mi stupisco delle numerose persone appartenenti a svariate realtà e culture che mi consigliano di lasciar perdere … che sarei finito IO nei guai per aver fatto denuncia mentre il mostro sarebbe rimasto impunito …
… mi stupisco di come ci stiamo adattando a vivere in un mondo storto …

Il lunedì mattina una fiat punto modello “relitto rosso” si ferma davanti agli uffici della Polizia Postale. Perchè dovrei starmene zitto e lasciare che quel mostro dorma tranquillo? Per due canzoni scaricate? Vaffanculo! Rischio! Sia quel che sia … salgo le scale, mi ritrovo dentro una stanza con due persone a cui racconto l’accaduto. Mi chiedono il documento e li inizia una curiosa scenetta….

IO: Non so se voglio darvi il documento … non si può fare una segnalazione anonima?
LUI: Certo che può fare una segnalazione anonima, ma se il file era monitorato lei risulterebbe automaticamente nella lista degli indagati per pedofilia … veda lei …
IO: Ho scaricato qualche MP3 e alcuni film … temo che dandovi il documento possiate venire a casa mia per fare delle verifiche sul pc dove ho scaricato quello schifo. Trovereste i file di musica e film e potreste denunciarmi per un reato che nulla ha  che fare con la pedofilia (download di materiale coperto da copyright). Per questo sono titubante … inoltre molti sia in rete che nel “reale” mi hanno sconsigliato di farmi identificare, addirittura di fare denuncia … cosa mi dice al riguardo?

… Il maresciallo esita qualche istante … poi con aria di uno che ha capito al di là delle righe mi  guarda e mi dice:

LUI: Non si preoccupi, non andiamo a casa di quelli che si scaricano gli MP3.

Finchè lo dice mi guarda fisso negli occhi e io guardo lui. E’ come un silente accordo. E’ ora di smascherare quegli stronzi e quel maresciallo sembra aver capito che i “normali” utenti della rete possono dare un contributo preziosissimo (ho scritto “normale” perchè ormai chi non si scarica nulla da internet? Ma daaiiii … nel 2010?).  Se si liberano del clichè dei rompiballe che hanno addosso, pronti ad arrestarti per gli mp3, le segnalazioni diventerebbero probabilmente 1000 volte tante … e segnalazioni di reati infinitamente più gravi!

Decido di provare a fidarmi e gli porgo il documento. Prima di mollarlo ci guardiamo ancora negli occhi, ora ho la certezza che non stava mentendo e mi rassereno.

So bene come funziona la rete e so bene che esistono dei sistemi per rendere difficile risalire all’IP (la targa) di un pc che scarica qualcosa, so altrettanto bene che degli hackers ben motivati dentro un ufficio tecnico della polizia postale possa risalire i vari zig-zag che uno può compiere in rete.
Potrebbero però finire bruscamente la loro risalita contro un hotspot wireless (= internet senza fili)  che molti di voi hanno in casa e che alcuni di voi non si preoccupano di proteggere con chiavi di cifratura WPA/PSK , anzi, meglio con WPA2 e lunghezza chiavi non standard.
Avrei potuto collegarmi da uno di questi punti di accesso per mandare una segnalazione totalmente anonima, non avrei rischiato nulla … ma è giusto che gli utenti di internet vengano lasciati in pace quando collaborano con la giustizia per reati infinitamente più gravi …

… ora sono passate più di 4 settimane dalla denuncia, e nessun agente di polizia è venuto a bussare alla mia porta … vi terrò informati se dovessero avere dei “ripensamenti”!

MORALE DELLA  FAVOLA:

SE VI DOVESSE CAPITARE LA STESSA COSA: FATE DENUNCIA !!!
PRESENTATEVI AL COMANDO DELLA POLIZIA POSTALE PIU’ VICINO ED ENTRATE A TESTA ALTA. STATE DANDO IL VOSTRO CONTRIBUTO PER FAR RINCHIUDERE UN MOSTRO, UNO DI QUELLI CHE METTE LE MANI ADDOSSO AI BAMBINI.

Specie in via di estinzione

22 giugno 2010

Da una parte abbiamo:

  • il “Progresso”
  • il fatturato e gli utili
  • i “posti di lavoro”
  • le comodità
  • i nostri vestiti immacolati, magari di marca
  • le moto e le macchine fighe … ma a benzina

 Dall’altra parte abbiamo LORO:


[Animali in via di estinzione]

Ora fermatevi …
… fate un profondo respiro
… percepite l’aria che entra ed esce dal vostro corpo
… almeno per una sola volta nella vostra frenetica giornata siate consapevoli del vostro respiro
… pensate in piena Coscienza da che parte volete stare … pensateci Qui, Adesso …

E AGITE DI CONSEGUENZA !

Rendiamoci conto che non ne vale la pena! Svegliamoci! E’ ora di riprenderci da questo “torpore dell’anima”! E’ ora di capire che non possiamo più permetterci di difendere un modello socio-economico autodistruttivo solo perchè è l’unico che conosciamo! Ci sono miliardi di modi differenti di organizzare la società in un pianeta. Ci autodefiniamo “razza intelligente” … mettiamola in pratica allora questa benedetta “Intelligenza”!
Un essere realmente intelligente non metterebbe MAI a repentaglio l’ecosistema nel quale (e grazie al quale) vive.  
La giostra si sta fermando …
alcuni di noi nel frattempo sono cresciuti e scenderanno dalla giostra sereni, consapevoli della fortuna che hanno avuto nel poterci salire, gli altri si metteranno a piangere perchè gli mancheranno le lucette lampeggianti e le canzoncine … e per questi ultimi ci saranno tempi veramente duri …  
A quelli tra voi che si sentono ancora “capricciosi”,  che vogliono ancora la giostra e non sanno immaginarsi nulla di differente … a questi consiglio di “crescere” in fretta … la Natura non resterà a guardarci inerme ancora a lungo mentre le facciamo ogni sorta di violenza!