Nun te regghe più! —TUTTI A VOTARE !!!—


Ricevo e giro per vostra opportuna conoscenza:

——————————————————–

Vi invito a firmare con consapevolezza e senso del dovere, per il nostro bene , per i nostri figli, per il nostro Paese.
Grazie …

Per favore falla girare!!!!!!!!!!!!   Grazie!!!!!!!!!!!!
Oggetto: Uno spiraglio di cambiamento da realizzare  con urgenza

Ai sensi degli articoli 7 e 48 della legge 25 maggio 1970 n. 352 la  cancelleria della Corte Suprema di Cassazione ha annunciato, con  pubblicazione sulla GU n. 227 del 29-9-2011,  la promozione  della proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo:  «Adeguamento alla media europea degli  stipendi,emolumenti,indennità degli eletti negli organi di rappresentanza  nazionale e locale».

L’iniziativa, nata in modo trasversale ai partiti e promossa dal gruppo  facebook “Nun Te Regghe Più”, dal titolo della famosa canzone di  Rino Gaetano,  ha come obiettivo la promulgazione di una legge di iniziativa  popolare è formata da un solo articolo:

“i parlamentari italiani eletti  al senato della repubblica, alla camera dei deputati, il presidente del  consiglio, i ministri, i consiglieri e gli assessori regionali,   provinciali e comunali, i governatori  delle regioni, i presidenti delle province, i sindaci eletti dai cittadini, i  funzionari nominati nelle aziende a   partecipazione pubblica, ed  equiparati non debbono percepire, a titolo di emolumenti, stipendi,
  indennità, tenuto conto del costo della vita   e del potere reale di acquisto  nell’unione europea, pi&u grave; della media aritmetica europea degli eletti negli  altri paesi dell’unione per incarichi equivalenti”

La raccolta firme viene effettuata  tramite appositi moduli vidimati depositati negli uffici elettorali dei  comuni italiani, qui l’elenco aggiornato in tempo reale dei comuni nei quali  è già possibile andare a firmare:
http://nunteregghepiu.altervista.org/comuni.htm

L’iniziativa è completamente autofinanziata dai promotori e dagli aderenti  quindi la diffusione dei moduli potrà essere non omogenea, eventuali  segnalazioni  di Comuni sprovvisti di moduli potranno essere effettuate direttamente nel gruppo facebookhttp://www.facebook.com/groups/nunteregghepiu/ o   all’indirizzo   di posta elettronica legge.ntrp@gmail.com

50.000 firme sono il minimo richiesto  dalla legge per la presentazione della proposta, 80.000 sono il numero  necessario per sopperire ad eventuali errori e anomalie di raccolta ma il  vero obiettivo è quello di poter raccogliere le firme di tutti gli italiani  stanchi di mantenere i privilegi di una classe politica capace solo di badare  ai propri interessi personali. Una firma non costa molto, continuare a restare  indifferenti costa molto di più.  Andate a firmare nel vostro comune e  non fatelo da soli, trascinate a peso anche i tanti che sono andati in loop con le lamentele fini a sè stesse! E’ arrivato il momento per i cittadini di riprendere il controllo di questo paese!

Info rapide:

Il cosa:  http://nunteregghepiu.altervista.org/index.html
Il dove: http://nunteregghepiu.altervista.org/comuni.htm
I  file:     http://nunteregghepiu.altervista.org/documenti.htm
Il gruppo: http://www.facebook.com/groups/nunteregghepiù

Di più non serve…. se non la nostra partecipazione. Fate girare per favore!

[grazie a M.A. per la segnalazione]

Advertisements

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

18 Risposte to “Nun te regghe più! —TUTTI A VOTARE !!!—”

  1. lino Says:

    ECCELLENTE IDEA VA PUBLICIZZATA DI PIUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU’………………….MI SONO RECATO NEL COMUNE DI EDOLO PER FIRMARE NON HO POTUTO PERCHE’ NON SONO RESIDENTE,…….MA SE LA PETIZIONE E’ PUBBLICA………. SENTIRO’ IL SINDACO DEL MIO COMUNE E ASPETTERO’ CHE ARRIVI LA DOCUMENTAZIONE ANCHE A CEVO

    • Cinzia Says:

      vai nel tuo comune di residenza, fatti fare il certificato d’iscrizione alle liste elettorali, e poi vai ad Edolo e firma, e fai allegare quel certificato.
      SI PUO’!!
      Io x es sono di Pontenure, ed ho firmato a Piacenza.
      ciao Cin
      P.S. x maggiori info vai al gruppo NUN TE REGGHE PIU’ su Facebook

  2. anna giovanna Says:

    sentite aiutatemi ho ricevuto dell’iniziativa raccolta firme per l’adeguamento dei parlamentari,ma non riesco a contattarvi per sapere come fare ad avere i moduli da portare in comune per poter raccogliere le firme.
    aspetto che mi contattiate il prima possibile
    Anna

  3. anna giovanna Says:

    apprezzo e condivido l’iniziativa della raccolta firme! che sto divulgando a piu non posso, ma devo dirvi che purtroppo non e’ cosi facile poiche’ non dite che bisogna andare nel comune dove siamo iscritti alla lista elettorale,e da due settimane cerco di sapere come fare per contattarvi x poter avere i moduli da consegnare al Sindaco! devo dire anche che ai 2 uffici anagrafe dove sono stata cera un aria di imboscamento e non davano nessuna pubblicita’ alla raccolta.
    anna

  4. Mariarosa Rosablu Merola Says:

    ……………………………….

  5. lino Says:

    ho firmato con entusiasmo. un’altra proposta è: ogni cittadino italiano eletto alle amministrative o politiche o in qualsiasivoglia carica pubblica, può espletare il mandato per non più di due volte e devono sparire i senatori a vita.

  6. JAN Says:

    RIDURRE 5.000 EURO AL MESE LA PAGA AI PARLAMENTARI
    1.OOO EURO PER CHI VA,E DI CHI E GIA IN PENSIONI
    BASTA PENSIONI D’ORO,METTIAMO IN GINOCCHIO CHI CI HA PRIVATO DELLA DIGNITA, PER CHI NON CI STA, LASCIATE IL POSTO HA CHI A LA VOGLIA L’ONESTA DI FARE QUALCOSA PER IL POPOLO ITALIANO.
    MANDATE UN SMS A TUTTI I VOSTRI NUMERI IN RUBRICA
    VOGLIAMO AL PIU PRESTO RACCOGLIERE LE FIRME PER
    DIMEZZARE STIPENDI PENSIONI DEI PARLAMENTARI DA SUBITO,

    E TEMPO DI DIRE BASTA

  7. Ermes Vieceli Says:

    Sono perfettamente daccordo, non è giusto che questi nominati abbiano questi previlegi senza cavare un ragno dal buco. Ritengo inoltre che la democrazia non prometta alcunchè a nessuno ma pretenda molto da tutti, questo è giusto come ci devono essere i parlamentari neturalmente alle condizioni dettate dall’Europa.
    Ermes

  8. angela Says:

    Non ci limitiamo solo a questo, estendiamo anche una proposta per togliere gli incarichi a chi fa la raccolta nei vari enti o commissioni. In un momento come il nostro, con la disoccupazione galoppante, diamo la precedenza a chi è disoccupato o inoccupato. Anche fra i giovani si può trovare gente capace che può decidere sulle sorti degli altri. Siamo stufi di vedere gente oziosa che prende fior di quattrini con fare di sufficienza, che gli sembrano sempre troppo pochi i compensi che percepiscono, e che gli servono solo a comperare le frivolezze, contro chi fa sforzi sovrumani er sbarcae il lunario.

  9. Cristina Says:

    d’accordo….e corro a firmare ! Cristina

  10. Damiano Di Iorio Says:

    sono pienamente d’ accordo con questa iniziativa , si diciamo basta alla richezza dei politici ecc…….anche loro devo assaporare i disagi economici che ci stanno distruggendo il nostro tenore di vita

  11. marco Says:

    MANDATE A TUTTI !!!!!!!!! FATE GIRARE!!!!!!!!!!!!

    INFORMATE!!!!!!!!!!!!!
    FATE GIRARE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    COPIATE IL LINK E MANDATE A TUTTE LE MAIL CHE CONOSCETE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  12. Tonia Copertino Says:

    Divulgo anche io la petizione. Coloro che credono in un paese libero e giusto devono farlo, ritrovando gli entusiasmi sulla responsabilità e partecipazione…

  13. giuseppe Says:

    E’ giusto che si proceda, stiamo tirando tutti la cinghia ed è giusto che chi ha sempre avuto dei privilegi senza meriti ora ci metta del suo…

  14. Laura Says:

    Al mio paese, Magnano in riviera,(UDINE) non ho trovato i moduli per firmare. Con la sola carta di identità sono riuscita a firmare nel
    Comune di Tarcento(UD). QUINDI NON SERVE I L CERTIFICATO DI ISCRIZIONE ALL’ANAGRAFE DEL PROPRIO COMUNE DI RESIDENZA.

  15. Petizione riduzione stipendi parlamentari. - Pagina 2 - BaroneRosso.it - Forum Modellismo Says:

    […] […]

  16. oriana morini Says:

    Giusto e sacrosanto. Spero molto che si facciano sentire i giovani.
    Mi meraviglio che nessun politico sia capace di arrossire considerate le condizioni in cui si trova l’Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: