Fusione Fredda di Rossi e Focardi. Update 17/05/2011


Update, aggiunte e correzioni del post precente.

Speciale di RaiNews24. Che sorpresa vedere  presenti in studio due pietre miliari dell’informazione libera del web: Pietro e Debora (mai visto due blogger lavorare con tanta sinergia)

Qui invece la storia raccontata direttamente da uno dei protagonisti, il Prof. Focardi:

Dunque, ricapitolando …
Il prof. Focardi era li tranquillo a godersi la meritata pensione con saltuarie collaborazioni con l’università di Bologna.
Ad un certo punto l’Ing. Rossi lo ha cercato.
Rossi circa vent’anni fa notò un’emissione anomala di calore dalla reazione di idrogeno e monossido di carbonio. Utilizzando un procedimento “trial and error” (prove per errore) riuscì a controllare l’emissione di calore e a riscaldare la sua fabbrica per due anni con un prototipo di reattore. Nel corso degli anni costruì più di duemila prototipi per mettere a punto di sistema, per poi incontrare a Bologna il professor Focardi.
A Rossi erano ben noti gli studi portati avanti da Focardi (aveva pubblicato già molta ricerca sulla produzione eccessiva di calore delle reazioni nickel-idrogeno) ed era convinto di potergli essere utile portando una sorta di upgrade al sistema che fino a quel momento aveva un rapporto di 1:2 tra energia immessa e generata. Rossi propose a Focardi di utilizzare nanopolvere di nichel anzichè una lamina, in modo tale da aumentare la superficie di contatto con l’idrogeno (a 25 atmosfere circa).  Dopo svariati tentativi e con l’aggiunta di una mistura misteriosa contenuta all’interno di un misterioso catalizzatore, qualcosa di stupefacente accadde. Il rapporto tra energia immessa e generata cominciò ad aumentare da 1:2 a 1:20 … praticamente consumando 600w se ne possono estraree 12000w e siamo ancora nella fase dei test e dei prototipi. Si vocifera che potrebbe arrivare anche a 1:100 (ma in base a quali conti visto che non sanno come funziona esattamente?). Per innescarsi il sistema avrebbe bisogno di essere riscaldato fino a 100° e da quel momento in poi il processo può anche autosostenersi, senza bisogno di energia in ingresso.
Partono svariati test fino a che  Il 14 gennaio 2011, i due studiosi annunciarono pubblicamente al mondo di aver prodotto un “reattore da tavolo” in grado di produrre 10 Kw.
L’ultima dimostrazione tenuta esclusivamente per la commissione degli scettici svedese è decisiva  e viene svolta sempre presso l’università di Bologna. Presenti una rosa di scienziati (molto rispettati e noti nei loro rispettivi rami di competenza) che sottopongono il sistema ad una serie di rigorosissimi test atti a scovare anche solo la traccia di un trucco, di una batteria, di materiale radioattivo…

Il resto è nei video che avete già visto.

La reazione della stampa fu (e rimane) pressoché inesistente sia in Europa che negli Stati Uniti, e Rossi dopo l’ultima dimostrazione ha dichiarato che non ce ne saranno altre: la prossima sarà quella definitiva, quando l’impianto da 1 Mw (=1000 kw) entrerà in funzione in Grecia. L’installazione  fornirà la potenza necessaria per vaporizzare acqua che metterà in moto una turbina, esattamente come avviene in un reattore nucleare, solo in modo meno costoso e molto più sicuro. La cosa straordinaria è che il generatore non sarà più grande di una scatola di 2 x tre x 3 metri; la nano-polvere di nickel dovrà essere rifornita ogni sei mesi: i vantaggi rispetto a un generatore nucleare sono enormemente superiori, sia in termini di costi di materie prime e mantenimento che in termini di impatto ambientale e sostenibilità. L’azienda greca che si occuperà del progetto è la Defkalion amministrata sembra da un ex ambasciatore greco in Italia. Una persona strategica per una tecnololgia strategica. L’inaugurazione è prevista per ottobre. Diamogli 4 mesi per ritardi tecnico/burocratici…. entro febbraio 2012 dovremmo vedere il primo impianto funzionante … se poi si tarda ulteriormente e si finisce al 21 dicembre 2012, saranno in molti a farsi 4 risate (e tirare un sospiro di sollievo 😉

Rossi ha poi raccontato che più di un centinaio di reattori da 4.4 Kw sono già in funzione in quattro paesi, e sono in mano a degli esperti che li stanno ispezionando in via riservata. Resta da capire la posizione del DoD e del DoE (Dipartimento della difesa e dell’energia degli stati uniti). In che modo si intrecciano con l’Ing. Rossi? Sembra abbiano avuto contatti anche in passato e ora si sono fatti vivi per chiudere un importante contratto con Rossi … se si muovono loro che hanno la crème della tecnologia statunitense al loro servizio, allora non si tratta di junk science!

…. teorie, supposizioni, test, dubbi …. l’unica cosa certa è che qualunque processo avvenga dentro quel macchinario, sia esso chimico o nucleare, è nuovo e RIVOLUZIONARIO (sono riduttivo, lo so).

Come ultimo link vi segnalo QUESTO che contiene parti della chat/intervista intercorsa tra Rossi e svariati Netizen.

Attendiamo gli sviluppi … e prepariamoci a festeggiare 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per almeno un anno intero!
Se funzionasse saremmo davvero mezzi salvi dal punto di vista ambientale
… la restante metà però dobbiamo mettercela noi, impegnandoci nel profondo del nostro Essere.

Advertisements

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

8 Risposte to “Fusione Fredda di Rossi e Focardi. Update 17/05/2011”

  1. corrado Says:

    Tra commenti sarcastici e denigrazioni e dubbi fino ad ora i media non hanno fatto altro che scoraggiare tutti oppure i più saggi o vigliacchi hanno taciuto. Io che non sono nessuno ci credo e spero proprio che le sette sorelle e gli altri speculatori petrolatomici non ci vogliano mettere lo zampino FORZA FOCARDI E ROSSI SARETE I NUOVI NOBELPREMIATI.Non è un ripensamento ma per me il temutissimo segreto è questo:un cinesino piccolo piccolo con una biciclettina piccola piccola che pedala come un pazzo e dopo sei mesi muore d’infarto e va naturalmente sostituito ciao a tutti da corrado

  2. Anonimo Says:

    […] […]

  3. Marco Bianciardi Says:

    fin da l’albi della storia dell’uomo chi controllava la fonte della vita sulla terra (acqua ,fuoco ,terra ) aveva in mano il destino delle popolazioni e poteva modificare lo stile di vita e le aspettative politiche culturali e ambientali del nostro pianeta. Non ci siamo mai posti il problema se le nostre azioni sul piano energetico , nel modo di sfruttare questo pianeta e di modificare in maniera pesante il territorio (abbattimento di foreste , cementificazione aggressive deviazione di corsi d’acqua ) . Purtroppo finche le decisioni importanti sulla nostra vita saranno presi dai pochi ( rende di più curare una persona fino alla sua morte che prevenire la malattia o debellarla ) per interessi delle potenti compagnie una energia pulita di facile utilizzo per tutti che rompa i monopoli e non permetta di tenere sotto scacco nell’ignoranza e nella povertà una grande massa di popolazione per poter controllare i suoi destini sarà sempre contrastata o boicottata . Possiamo solo spera che questa cosa gli scapi di mano e che la produzione dia i risultati sperati in modo tale che sul fatto compiuto siano costretti a deviare i loro sforzi su questo modo nuovo di fare energia e provare a dare una svolta al nostro modo di vivere su questo piante ,
    in quanto ricordiamocelo noi siamo solo degli ospiti ( e non tanto desiderati ) e non i padroni .

  4. Piergiovanni Says:

    Solo per il sogno…che state generando meritate un grande successo… A casa nostra tutti noi facciamo un grande tifo…!! In ogni caso..grazie..!!!

  5. Fusione Fredda di Piantelli-Focardi-Rossi. L’E-Cat funziona! Parola della NASA « Natural (R)Evolution Says:

    […] sempre più basito dalle notizie (tra l’altro centellinate) inerenti l’ Energy Catalyzer, il reattore scoperto da Piantelli e Focardi (e migliorato dall’ Ing. Rossi). Si parla di […]

  6. enzo bellato Says:

    Sono arciconvinto che Rossi abbia ragione. Sarà una bella sberla a tanti in tutto il mondo e proprio da noi Italiani che aspettiamo solo una bella notizia per far vedere quanto uniti e nazionalisti siamo quando abbiamo persone da ammirare.

  7. giorgio Strommer Says:

    Se non risulta poi essere l’ennesima bufala – e spero proprio di no – la cosa è semplicemente meravigliosa. Auguro di tutto cuore a Rossi e Focardi di ottenere tutto il successo che si meritano. Forza, ragazzi…. e che finalmente qualcuno ci liberi dalle 7 Sorelle.
    Giorgio Strommer

  8. Ilario Says:

    Sará una rivoluzione ……
    speremmm…..!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: