Archive for luglio 2010

La mafia e la politica: sposati dal ’92 !

22 luglio 2010

 

Vorrei vedere i loro elicotteri alzarsi in volo …
vorrei incrociare il loro sguardo terrorizzato che osserva la folla urlante che inveisce contro di loro …
Vorrei vedere gli elicotteri sparire all’orizzonte …
Vorrei poter festeggiare per strada mentre torno a casa per dare la lieta notizia alla famiglia …
Vorrei che la vita in Italia fosse diversa, senza mafia, senza politici, senza inutili istituzioni, Vorrei un’ Italia governata dal buon senso: senza avidità, senza ego, senza autorità.
“Vorrei” … ma l’unica cosa certa è che E’ ORA DI CAMBIARE!


… grazie Falcone e Borsellino!

Hanno ucciso l’Orso Dino ?

11 luglio 2010

Notizie ancora non confermate (ma provenienti da fidati abitanti del luogo e da un politico di un comune vicino al luogo del presunto misfatto), affermano che l’Orso Dino è morto! Sembra che sia stato ucciso e attualmente i suoi resti si troverebbero sparpagliati in più celle frigorifere tra la Lessinia e l’Altopiano di Asiago. In effetti, il fatto che avessero perso il segnale del radiocollare,  unitamente al fatto che non si trovava più alcuna traccia, sia essa un’impronta o un’asina sbranata … aveva già fatto sospettare il peggio

Ma al peggio, come si sa, non c’è mai fine:
con ogni probabilità Dino sarà la principale portata (stufato o al forno) durante una triste cena tra “uomini di neanderthal” (o sapiens  con QI sugli stessi livelli dei loro antenati).  La carne di orso infatti viene consumata anche dall’uomo … io non lo sapevo ma gli agenti della polizia provinciale e quelli della forestale (o provinciale)  lo sanno molto bene, tanto che sembra fossero in corso già da alcuni giorni delle visite nei frighi di molti ristoranti …

Se venisse confermato il tutto, la morale della triste “storia” è che l’uomo (con tutte le sue paure) è sicuramente più pericoloso di un orso. E’ in grado di uccidere una creatura meravigliosa solo per la paura che possa fare del male a qualcuno … Sicuramente si avvicinava più degli altri alle stalle, ma finora aveva sbranato solo asini e conigli ed era sempre scappato non appena incrociava l’uomo. I montanari “visitati” dal plantigrado avevano inoltre ricevuto dei rimborsi regionali per gli animali uccisi, ma non è servito a diminuire la “Paura” …

Anch’io negli ultimi mesi avevo una sensazione strana mentre mi addentravo nei boschi del vicentino (che frequento spesso essendo del luogo) … questa “sensazione” possiamo anche chiamarla “paura fottuta di veder sbucare da un cespuglio un orso” quindi capisco perfettamente cosa hanno patito i montanari che li ci vivono, ma quei boschi erano il suo ambiente, la sua casa, stava a noi con tutta la nostra tecnologia (e presunta intelligenza) trovare un sistema per conviverci.

Abbiamo fallito noi, abbiamo perso una creatura selvatica di inestimabile valore … e magari bastava una scacciacani o “battute rumorose” organizzate con l’intento di spaventarlo per farlo allontanare … meglio ancora bastava mettere i dati del radiocollare direttamente su internet. In questo modo gli escursionisti o gli abitanti del luogo potevano vedere in che zona era l’orso ed evitare di andarci. In questo modo il rischio sarebbe stato minimo e la convivenza possibile.

Ultimo piccolo sfogo: se i cacciatori/bracconieri lo hanno ucciso con la scusa della pericolosità … come la mettiamo con api e vespe che ogni anno uccidono molte più persone di un orso? Sterminiamo anche quelle con il lanciafiamme? … è ora di cambiare, basta con questa mentalità distruttiva e irrispettosa nei confronti della Natura!

ATTENZIONE: Vi prego di aiutarmi a confermare o smentire quelle che a tuttora sono solo “voci”! Rilanciate la notizia e se avete ulteriori informazioni in merito vi prego di contattarmi in privato o di commentare questo post.

—————————————-

Update 1:  quelli di Blogeko si sono accorti che questo post era uscito con largo anticipo rispetto i media tradizionali e hanno richiesto una intervista. Da quel giorno si son fatti vivi alcuni giornalisti per sapere il nome dell’informato dei fatti. Questo nome lo dirò senz’altro, ma ad un agente della Polizia Provinciale di cuui mi fido, che stimo e rispetto.
Questo “informato” comunque è solo una persona informata dei fatti, non credo abbia partecipato ad alcun banchetto … spero! Un blogger fin qui può arrivare, il resto è di competenza di altri. Spero solo di conoscere la verità e spero ancora che siano tutte solo “voci” e che l’orso se ne stia tranquillo a Tarvisio in cerca di una tana nella quale svernare.

Update 2: Una notizia buona e una brutta …. la notizia buona è che quel politico locale e le altre persone del posto avevano bevuto un bicchiere di rosso (di troppo). Finchè discutavamo di che fine avesse fatto l’orso, lui era vivo e vegeto e diretto in Slovenia!!! La notizia brutta è che è stato effettivamente ucciso dai guardia-forestali locali che erano rimasti spaventati dal suo comportamento anomalo. A loro dire il collare messogli in Italia era diventato stretto perchè lui cresceva sempre più. Questo collare gli provocava così tanto fastidio da farlo quasi andare fuori di testa … e “hanno dovuto” abbatterlo …
Maledetti! Narcotizzarlo e allargargli il collare no eh?

Addio Orso. Speriamo che qualche tuo futuro nipotino torni a farci visita in Val Posina.

TUTTO sulla catastrofe del Golfo del Messico

10 luglio 2010

Ed eccomi qui, tornato dalla libertà temporanea (altresì nomata “Ferie” nell’era industrializzata).

Come avrete ben notato, non ho il tempo sufficiente per seguire e rilanciare tutti gli update e le incredibili notizie che si susseguono inerenti il disastro del Golfo del Messico.
Ho pensato quindi di girarvi direttamente il link del blog a mio avviso più esaustvo in merito:

http://petrolio.blogosfere.it/

Spulciando i vecchi post avrete un quadro complessivo e reale della situazione, se vi interessa sapere cosa è successo, cosa STA succedendo e cosa la BP ha in mente di fare per chiudere la falla … vi consiglio caldamente di salvarvelo tra i preferiti.

Complimenti (come sempre vivissimi) a Debora Billi che gestisce quel blog.

Volevo lasciarvi con una “piccola” pulce nell’orecchio: cosa saranno i “clarati di idrogeno”, perchè spaventano e che relazione avranno con la falla della BP nel Golfo del Messico?
… io non me la sento di dirvelo ma con Google troverete tutto …
Ciao